Stampa
Categoria principale: Esteri Categoria: Centro America e America Latina
Creato Lunedì, 07 Febbraio 2005

Bolivia: l’acqua è di tutti, redazionale (n°51)

Lunedì 10 gennaio le organizzazione di quartiere della città boliviana di El Alto hanno indetto uno sciopero generale a tempo indeterminato, esigendo che Aguas del Illimani - una società gestita dal gigante francese Suez - restituisse immediatamente il sistema idrico cittadino al controllo pubblico. Martedì 11 hanno marciato in massa sulla capitale per festeggiare la loro vittoria e per avanzare richieste analoghe con riferimento alle forniture di elettricità e gas.

Gli eventi di El Alto fanno seguito alla "guerra dell'acqua", una vertenza scoppiata nel 2000 nella terza città più grande della Bolivia, Cochabamba. Dopo cinque mesi di drammatiche rivolte popolari, gli abitanti di Cochabamba riottennero il controllo del loro sistema idrico, precedentemente nelle mani del gigante statunitense Bechtel e dei suoi partner.

Per comprendere pienamente l’importanza di tali successi occorre considerare che la spesa per l’approvvigionamento idrico costituisce in quel paese una voce considerevole nei bilanci delle famiglie proletarie.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bolivia: l’acqua è di tutti (n°51) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.