Stampa
Categoria: Letture parallele
Creato Lunedì, 20 Ottobre 2003

 

Una Napoletana mamma d’Italia per mamma Rai (da "Il Mattino", 6/10/2003) (n°23)

"La mia maternità  in diretta tv"

Dall’inviato a Roma Luciano Giannini

"Dio mio, sarò mamma. Ecco, questo è stato il primo pensiero. E ho avuto paura. Ma ho toccato la felicità".

È certo: Adriana Panico, 29 anni, napoletana, diventerà famosa. Potere della tv. Potere di "Domenica in", la nuova "Domenica in" di Paolo il caldo Bonolis, partita ieri su mamma Rai, che l’ha scelta tra tante future mamme d’Italia per raccontare una gravidanza, per seguirla settimana dopo settimana fino al lieto evento.

Adriana è incinta da 15 settimane. Quando nascerà, suo figlio sarà il primo bimbo partorito anche dal piccolo schermo. Potere della tv.

Adriana, parliamo di lei.

"C’è poco da dire, sono una persona normale. A Napoli abitavo nella parte alta di via Tasso...

Le manca Napoli? 
"Mi manca il mare".

Allora, prima diceva..

"Ho fatto il liceo classico al Pontano. Mi sono laureata in Legge e tre anni fa sono venuta a Roma per cercare lavoro". 
L’ha trovato?

"Sì, in una società che gestisce patrimoni immobiliari di enti pubblici".

E suo marito?

"Si chiama Simone, Simone Cozzi, ha una società di consulenza. Ci siamo sposati il 28 giugno".

E avete deciso di avere un figlio. 
"L’ho sempre desiderato. Ma non credevo di aspettarlo così presto, durante il viaggio di nozze. Come la più classica delle spose. Una gioia in più".

Molti si chiederanno: com’è arrivata a "Domenica in"?

"Un’amica m’ha detto che alla Rai facevano provini, cercavano una futura mam-ma. Sono andata, l’ho fatto. Qualche giorno dopo mi hanno telefonato: "Sei piaciuta molto ai produttori". E io: "Ma perché?" E loro: "Perché sembri una vera mamma"".

E perché ha accettato? Potere delle telecamere?

"Non m’interessa diventare famosa... Vede, un po’ mi sono lanciata nel vuoto, con un pizzico di incoscienza. Mi sono detta: vediamo che cosa succede. Un po’, grazie a "Domenica in", voglio parlare alle altre donne, condividere le mie emozioni con quelle che aspettano un bimbo come me. E comunicare con le altre, quelle che forse desiderano un figlio, ma hanno paura".

Di che cosa?

"Del mondo in cui nascerà, dei soldi che non ci sono, dei sacrifici che bisogna fare per crescerlo".

Ha avuto paura anche lei.

"Certo, gliel’ho detto. Quando ho saputo, un altro pensiero è stato: ho finito di giocare. Ma la gioia, poi, è stata più forte di tutto. Nascere è un miracolo. Lo è anche diventare mamma".

Com’è cambiata?

"L’ho detto anche in trasmissione, non penso più a me, ma innanzitutto a lui: ciò che sto per fare potrà danneggiarlo? Ora non lo sento ancora, perché è piccolo, ma vederlo in ecografia mentre si muove... che cosa posso dirle che sia capace di farle comprendere le mie emozioni?".

Il nome: come lo chiamerete? 
"Se è maschio, Francesco, come il nonno. Se è femmina non so".

Suo marito, in diretta tv, ha detto che è sicuro di avere un maschio. E lei?

"Vuole un maschio perché in famiglia ci sono già due nipotine. Io non ho preferenze. M’importa soltanto che sia sano e cresca bene".

Che cosa augura al suo bambino? 
"Oddio, che domanda difficile... Che abbia una vita serena".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Una Napoletana mamma d’Italia per mamma Rai (da "Il Mattino", 6/10/2003) (n°23) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.