Cinema

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 03 Gennaio 2021

Kornél Mundruczó e Vanessa KirbyPieces of a Woman, recensione di Luca Baroncini

di Kornél Mundruczó

con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Ellen Burstyn, Molly Parker 

Ci sono film di cui è difficile parlare perché si rischia di rovinarne il percorso emotivo, costruito attraverso una scansione molto precisa degli eventi. Senza raccontare quindi i dettagli, la sequenza che apre il film, con 23 minuti di piano sequenza (quindi nessuno stacco di montaggio), è decisamente shock e predispone allo scavo emotivo e psicologico di un personaggio.

Leggi tutto: Pieces of a Woman, recensione di Luca Baroncini (n°239)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 03 Gennaio 2021

chiami-il-mio-agenteChiami il mio agente! recensione di Luca Baroncini

“Chiami il mio agente!” è una serie televisiva francese che in patria ha ottenuto ottimi riscontri critici e di pubblico ed è presente, per ora con tre stagioni (ma una quarta è già stata realizzata), su Netflix. Non si tratta, però, di una produzione originale Netflix che infatti si occupa solo della distribuzione. Nel nostro paese non se ne è parlato molto, ma è un prodotto seriale davvero ben fatto e appassionante.

Leggi tutto: Chiami il mio agente! recensione di Luca Baroncini (n°239)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 12 Dicembre 2020

Locandina del film Cosa saràCosa sarà, recensione di Luca Baroncini (n°238)

di Francesco Bruni

con Kim Rossi Stuart, Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Giuseppe Pambieri, Raffaella Lebboroni

Francesco Bruni è un autore defilato nel panorama italiano contemporaneo. Nasce sceneggiatore, è infatti il cuore pulsante di molte opere di Paolo Virzì, e debutta alla regia nel 2011 con il gradevole “Scialla!”.

Leggi tutto: Cosa sarà, recensione di Luca Baroncini (n°238)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 10 Novembre 2020

Locandina del film EstEst – Dittatura Last Minute, recensione di Luca Baroncini  (n°237)

di Antonio Pisu

con Lodo Guenzi, Jacopo Costantini, Matteo Gatta

Tre amici romagnoli, in quell’età incerta e inquieta in cui stanno per entrare nel mondo senza ritorno degli adulti, decidono di fare un viaggio insieme verso est. Siamo nell’ottobre 1989, a un mese dalla caduta del muro di Berlino, e le motivazioni del trio vanno dal fare qualcosa insieme al vendere biancheria intima ai mercatini, con la spensieratezza e l’ingenuità dati dalla giovane età e dalla fame di vita.

Leggi tutto: Est – Dittatura Last Minute, recensione di Luca Baroncini (n°237)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 10 Novembre 2020

Locandina del film HarrietHarriet, recensione di Luca Baroncini  (n°237)

di Kasi Lemmons 

con Cynthia Erivo, Joe Alwyn,  Leslie Odom Jr.

In Italia il nome Harriet Tubman non dice molto, ma in America è un punto di riferimento per l’affermazione dei diritti degli afroamericani. Ha infatti combattuto, come fervente attivista nella seconda metà dell’Ottocento, per l’abolizione della schiavitù, il suffragio universale femminile ed è stata anche una spia al servizio dell’Unione durante la Guerra di Secessione. 

Leggi tutto: Harriet, recensione di Luca Baroncini (n°237)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 11 Ottobre 2020

Locandina del film LacciLacci, recensione di Luca Baroncini (n°236)

di Daniele Luchetti 

con Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi

Aldo e Vanda sono una coppia come tante. Lui un po’ sfuggente, lei più determinata a mantenere fede alla promessa matrimoniale. Hanno due figli.

L’entrata in scena della giovane Lidia scombina un po’ le carte. Restare insieme oppure rompere l’apparente armonia per seguire il proprio sentire? Un quesito universale, la cui risposta porterà conseguenze devastanti nella vita di tutti. Dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone, anche cosceneggiatore, Daniele Luchetti mette in scena un dramma che si concentra sui personaggi e sul loro rapportarsi nell’arco di trent’anni di vita.

Leggi tutto: Lacci, recensione di Luca Baroncini (n°236)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 11 Ottobre 2020

Vanessa KirbyVenezia 77: un segnale di speranza per il futuro, di Luca Baroncini (n°236)

Terminato il primo grande evento internazionale in presenza, si può tirare un sospiro di sollievo: è andato tutto bene. 

Fortemente voluto dal direttore Alberto Barbera e dal nuovo presidente della Biennale Roberto Cicutto, il Festival di Venezia ha rappresentato un segnale importante e vitale per il cinema, uno dei settori che si sta più faticosamente riprendendo dal blocco causato dal maledetto virus che sta cambiando le coordinate del mondo.

Leggi tutto: Venezia 77: un segnale di speranza per il futuro, di Luca Baroncini (n°236)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Giovedì, 23 Luglio 2020

The Italian warriorThe Italian Warrior, recensione di Luca Baroncini (n°235)

Luca Bergers è il primo e unico italiano che è riuscito ad affermarsi nel Bare Knuckle Boxing, un circuito sportivo molto specifico e noto solamente agli intenditori, quello della boxe a mani nude. Il regista Joseph Nenci ha deciso di approfondire questa peculiarità e ha girato un documentario su di lui, inserendosi in una quotidianità fatta di allenamenti, dedizione, sacrificio, ma anche contrasti e molta fatica.

Leggi tutto: The Italian Warrior, recensione di Luca Baroncini (n°235)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Giovedì, 23 Luglio 2020

Thierry FrÇmaux La diaspora di Cannes, di Luca Baroncini (n°235)

Il festival di Cannes è l’appuntamento cinematografico più importante e prestigioso del mondo. Una vetrina in grado di celebrare il noto attraverso la proposta degli autori più affermati, ma anche di scoprire nuovi talenti e tendenze. Era previsto dal 12 al 23 maggio, poi sappiamo com’è andata: il coronavirus ha impedito alla manifestazione di svolgersi regolarmente. Era stato prima posticipato a fine giugno/inizio luglio, poi la Francia ha chiuso ai grandi eventi fino almeno a metà luglio e rimandare ulteriormente sarebbe stato impossibile a causa della sovrapposizione con altri festival importanti (Venezia, Toronto, New York). 

Leggi tutto: La diaspora di Cannes, di Luca Baroncini (n°235)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 07 Giugno 2020

netflix-HollywoodHollywood, recensione di Luca Baroncini (n°234)

E se le cose fossero andate diversamente? Si basa su questo semplice interrogativo la miniserie “Hollywood”, disponibile in sette puntate su Netflix. Il titolo e la confezione possono risultare un po’ fuorvianti, ma è un depistaggio a cui è interessante, e piacevole, soggiacere.

Leggi tutto: Hollywood, recensione di Luca Baroncini (n°234)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 07 Giugno 2020

Unorthodox locandina del filmUnorthodox, recensione di Luca Baroncini (n°234)

Ci possono essere due modi per affrontare una serie tv ambientata in una realtà che non si conosce: documentarsi prima della visione oppure lasciarsi guidare dal filo del racconto e magari cercare conferme o smentite a posteriori. Opto per la seconda.

Leggi tutto: Unorthodox, recensione di Luca Baroncini (n°234)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 08 Maggio 2020

FleabagFleabag, recensione di Luca Baroncini (n°233)

Che cos’ha di diverso questa serie televisiva, presente sulla piattaforma Amazon Prime con due stagioni, apprezzata da critica e pubblico e vincitrice di numerosi premi tra cui quattro Emmy Awards e due Golden Globe Awards?

Leggi tutto: Fleabag recensione di Luca Baroncini (n°233)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 02 Maggio 2020

El-Hoyo-2019Il bucorecensione di  Luca Baroncini (n°233)

di Galder Gaztelu-Urrutia 

con Iván Massagué, Antonia San Juan,  Zorion Eguileor

Immaginiamo una realtà in cui potrebbe esserci cibo per tutti se solo fosse equamente distribuito. Vi ricorda qualcosa? Per caso il nostro quotidiano? 

Leggi tutto: Il buco recensione di Luca Baroncini (n°233)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Mercoledì, 01 Aprile 2020

Elio GermanoBerlinale 2020, di Luca Baroncini (n°232) 

È il 21 febbraio 2020 e parti baldanzoso verso Berlino. Il festival cinematografico è appena cominciato e ti aspetta una quattro giorni di film, incontri e conferenze stampa. Il 21 febbraio è però anche una data molto particolare per l’Italia perché è il giorno del primo contagio da Coronavirus. Fino ad allora questo virus misterioso era una cosa potenzialmente pericolosa ma tutto sommato gestibile, in quanto geograficamente lontana, là in Cina, a distanza di aereo. Con un primo malato nazionale le cose cambiano. 

Leggi tutto: Berlinale 2020, di Luca Baroncini (n°232)

Cinema - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.