Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Settembre 2018

Lucas Hedges in Boy Erased Come hai detto che si chiama? di Luca Baroncini (n°215)

Il nome Lucas Hedges probabilmente non vi dice molto. Eppure il giovanissimo attore americano, nato a Brooklyn nel 1996, ha già partecipato ad alcuni dei progetti più significativi degli ultimi anni. Piccole parti in “Moonrise Kingdom” e “Grand Budapest Hotel” lo hanno fatto notare, ma la consacrazione definitiva è avvenuta con “Manchester by the Sea”, il dramma di Kenneth Lonergan vincitore di due Oscar per cui il giovane Hedges, nel difficile ruolo del nipote del protagonista da poco rimasto orfano di padre, ha ottenuto la candidatura all’Oscar come Migliore Attore Non Protagonista.

Il successo si è poi consolidato con piccoli ma significativi ruoli in  “Lady Bird”, in cui è il primo conflittuale fidanzato di Saoirse Ronan, e “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, dove interpreta il figlio di Frances McDormand. Con un curriculum già così prestigioso, il futuro non può che essere roseo e infatti due film che faranno parlare si affacciano all’orizzonte. 

Boy Erased è diretto da Joel Edgerton e interpretato da Nicole Kidman e Russell Crowe. Lucas Hedges interpreta il giovane Jared che si trova a dover decidere se accettare di partecipare a una terapia di conversione per guarire dalla sua omosessualità, oppure rifiutarsi e perdere per sempre la sua famiglia, gli amici e la religione. La storia è vera ed è tratta dall’omonimo libro in cui lo scrittore Garrard Conley racconta la dolorosa presa di coscienza che lo ha portato ad accettare definitivamente la propria identità. Il film arriverà in Italia a fine novembre. 

È previsto invece per le festività natalizie Ben is Back, diretto e sceneggiato da Peter Hedges (lo stesso cognome non è un caso, è infatti il papà di Lucas), dove il giovane attore interpreta un ragazzo che sta cercando di disintossicarsi e il giorno di Natale decide di uscire dalla comunità che lo sta aiutando per passare le feste con l’ignara famiglia. La madre lo accoglie amorevolmente, ma capisce subito che qualcosa non va e nelle ventiquattro ore successive cerca di fare tutto ciò che può per aiutare il figlio. A instillare fiducia nel cupo soggetto, l’umanità e il carisma di Julia Roberts, madre del giovane protagonista. 

Due film di cui si parlerà parecchio che usciranno a un mese di distanza l’uno dall’altro contribuendo a rendere Lucas Hedges non più solo un astro nascente, ma un’icona giovanile dei nostri tempi.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Come hai detto che si chiama? Luca Baroncini (n°215) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.