Cinema

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Luglio 2016

locandina-goodnight-mommySchermi d’estate, di Luca Baroncini (n°192)

Ha destato molte critiche lo spostamento del kolossal fantascientifico Independence Day: Rigenerazione, di Roland Emmerich, dal 6 luglio, in cui esce in tutto il mondo, all’8 settembre. Sarebbe stato il film di punta dell’estate e lo slittamento della sua uscita, oltre che un autogol (quando arriverà molti lo avranno già scaricato dalla rete), indebolisce un trimestre cinematografico già fisiologicamente molto debole. Con la bella stagione, infatti, il pubblico preferisce altre forme di intrattenimento e dopo lunghi mesi al chiuso non opta come prima scelta per il buio di una sala cinematografica.

Leggi tutto: Schermi d’estate, di Luca Baroncini (n°192)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 07 Giugno 2016

Locandina del film "Lo stato contro Fritz Bauer"Lo Stato contro Fritz Bauer (Der Staat gegen Fritz Bauer) recensione di Irene Carrubba e Eugen Galasso (n°191)

di Lars Kraume

con Burghart Klaussner e Ronald Zehrfeld 

Presentato nei cinema italiani solo d’essai e neppure in “pole position” come programmazione (scrivo da Firenze ma credo valga per tutta Italia), questo interessante film di Kraume ha soprattutto il merito di riproporre un personaggio dimenticato (fatto dimenticare), Fritz Bauer (1903-1968) di salde origini ebraiche ma ateo, socialista da sempre, “cacciatore di nazisti” non meno di Simon Wiesenthal, certo più famoso.

Leggi tutto: Lo Stato contro Fritz Bauer (Der Staat gegen Fritz Bauer) n°191

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 06 Giugno 2016

Valeria Bruni TedeschiCannes 2016, di Luca Baroncini (n°191)

Per gli amanti della settima arte il mese di maggio corrisponde al Festival di Cannes, la più grande manifestazione cinematografica competitiva del mondo.

Leggi tutto: Cannes 2016, di Luca Baroncini (°n.191)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 01 Maggio 2016

where to invade next posterSchermi di primavera, di Luca Baroncini (n°190)

In questo breve riepilogo delle uscite cinematografiche primaverili non parleremo del supereroe in calzamaglia alla terza (o trecentesima?) puntata (Captain America: Civil War), dell’ennesimo capitolo sui mutanti Marvel (X-Men: Apocalisse) e dell’ulteriore tappa nel mondo delle favole non più a cartoni animati (Alice attraverso lo specchio). Ma non parleremo nemmeno del film italiano più atteso, La pazza gioia di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, selezionato a Cannes nella sezione “Quinzaine des Réalisateurs”.

Leggi tutto: Schermi di primavera, di Luca Baroncini (n°190)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Aprile 2016

Roland MøllerLand of Mine – Sotto la sabbia, recensione di Luca Baroncini (n°189)

di Martin Zandvliet

con Roland Møller, Mikkel Boe Følsgaard, Laura Bro, Louis Hofmann

Durante la Seconda guerra Mondiale una delle possibili mete per lo sbarco delle forze alleate in Europa, dirette verso la Germania nazista, era la costa occidentale danese. Per ostacolare l’impresa i tedeschi disseminarono la zona con più di due milioni di mine.

Leggi tutto: Land of Mine – Sotto la sabbia, recensione di Luca Baroncini (n°189)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Aprile 2016

MistressMistress America, recensione di Luca Baroncini (n°189)

di Noah Baumbach

con Greta Gerwig, Lola Kirke, Heather Lind, Michael Chernus

Siamo talmente abituati a confrontarci con un cinema, riflesso della società in cui viviamo, dove è obbligatorio essere vincenti, pena l’esclusione dalle cose belle, che trovarsi a tu per tu con due ragazze decisamente non risolte è una boccata d’aria fresca. Tracy è una matricola in un college newyorchese e si sente sola, incompresa e irrealizzata. La madre è in procinto di risposarsi con un uomo la cui figlia Brooke, trentenne, vive anch’essa nella Grande Mela.

Leggi tutto: Mistress America, recensione di Luca Baroncini (n°189)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Marzo 2016

FuocoammareFuocoammare, recensione di Luca Baroncini (N°188)

di Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi, dopo la consacrazione con “Sacro GRA” vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia del 2013, ha ormai uno stile riconoscibile. Non racconta una storia, non fa un’inchiesta giornalistica, ma coglie ciò che lo colpisce della realtà che affronta filtrandolo con la sua sensibilità. Non senza un po’ di malizia, però, infatti finisce sempre per cogliere i contrasti dei luoghi trasformando le persone in personaggi. Succedeva in “Sacro GRA”, dove il pittoresco e il bizzarro più che rappresentare un luogo finivano per connotarlo in modo parziale, e succede anche nel decisamente più riuscito “Fuocoammare”.

Leggi tutto: Fuocoammare, recensione di Luca Baroncini (N°188)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Marzo 2016

Locandina del film Good KillGood Kill, recensione di Luca Baroncini (n°188)

di Andrew Niccol

con Ethan Hawke, Zoë Kravitz, January Jones

Andrew Niccol è regista che cavalca i tempi, analizzandone gli umori e spesso anticipando le possibili innovazioni offerte dalla tecnologia, sia che parli delle opzioni dell’ingegneria genetica (“Gattaca” e “In Time”), della realtà virtuale (“S1m0ne”) o di traffico di armi (“Lord of War”). I suoi film godono di atmosfere perturbanti, personaggi conflittuali e tematiche forti.

Leggi tutto: Good Kill, recensione di Luca Baroncini (N°188)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Febbraio 2016

RememberRemember, recensione di Luca Baroncini (n°187)

di Atom Egoyan

con Christopher Plummer, Martin Landau, Bruno Ganz, Jürgen Prochnow, Heinz Lieven

Il tema dell’Olocausto, in tutte le sue terribili declinazioni, è stato affrontato ripetutamente al cinema.

Leggi tutto: Remember, recensione di Luca Baroncini (n°187)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Febbraio 2016

SpotlightIl caso Spotlight, recensione di Luca Baroncini (n°187)

di Thomas McCarthy

con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber, John Slattery, Stanley Tucci

Da una parte la storia vera.

Leggi tutto: Il caso Spotlight, recensione di Luca Baroncini (n°187)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Gennaio 2016

Il figlio di SaulIl figlio di Saul, recensione di Luca Baroncini (n°186)

di László Nemes

con Géza Röhrig, Levente Molnar, Urs Rechn, Todd Charmont

Ottobre 1944. Saul è un ebreo ungherese deportato ad Auschwitz-Birkenau e membro del Sonderkommando, unità speciale che raggruppa i prigionieri ebrei chiamati ad assistere i nazisti come addetti al funzionamento dei forni crematori e allo smaltimento dei resti umani. Un compito agghiacciante in un luogo in cui non c’è spazio per logica e buon senso e dove ogni minuto potrebbe essere l’ultimo.

Leggi tutto: Il figlio di Saul, recensione di Luca Baroncini (n°186)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Gennaio 2016

Locandina del film Star Wars Episode VIIStar Wars - Episodio VII. Il Risveglio della forza, recensione di Luca Baroncini (n°186)

di J.J. Abrams

con Harrison Ford, Carrie Fisher, Daisy Ridley, Mark Hamill, John Boyega, Adam Driver, Oscar Isaac

Tra le tante saghe che hanno colonizzato l’immaginario, “Guerre Stellari” è sicuramente una delle più longeve e riuscite, un formidabile frullato di cultura pop dove cinema, fumetti e televisione vengono rivisitati da George Lucas con fantasia e competenza tecnica.

Leggi tutto: Star Wars - Episodio VII. Il Risveglio della forza, recensione di Luca Baroncini (n°186)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Dicembre 2015

Dio esisteDio esiste e vive a Bruxelles, recensione di Luca Baroncini (n°185)

di Jaco Van Dormael

con Pili Groyne, Benoît Poelvoorde, Catherine Deneuve, François Damiens

Cosa succederebbe se le persone conoscessero la propria data di morte? È quello che capita nel nuovo film di Jaco Van Dormael, regista belga di culto noto per la sua irrefrenabile, ma non prolifica, vena creativa. In trent’anni di carriera appena cinque film, di cui solo due distribuiti in Italia: il folgorante “Toto le héros - Un eroe di fine millennio”, del 1991, storia di Thomas che crede di essere stato scambiato alla nascita con un altro bambino (ma anche molto altro) e “L’ottavo giorno”, del 1996, incentrato sulla amicizia tra un ragazzo Down e un manager stressato, che valse a Daniel Auteuil e Pascal Duquenne il premio come Migliori Attori al Festival di Cannes.

Leggi tutto: Dio esiste e vive a Bruxelles, recensione di Luca Baroncini (n°185)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Dicembre 2015

A bigger splashA Bigger Splash, recensione di Luca Baroncini (n°185)

di Luca Guadagnino

con Tilda Swinton, Ralph Fiennes, Dakota Johnson, Matthias Schoenaerts, Aurore Clément, Corrado Guzzanti

Luca Guadagnino è regista che divide. La leggenda narra sia amato all’estero, per via dell’approccio molto internazionale e fuori dagli schemi italici, e odiato in patria, forse perché non gli si perdona “Melissa P.”, o il successo, o non si sa bene cosa. Sta di fatto che “A Bigger Splash”, in concorso al Festival di Venezia 2015, è stato fischiato dai più, generando sfoghi solipsistici nei pochi che lo hanno apprezzato, dando il via a una danza di accuse e contro accuse tra critici. Un fermento buono per suscitare curiosità intorno al film e, infatti, sfruttato dal marketing per farne parlare.

Leggi tutto: A Bigger Splash, recensione di Luca Baroncini (n°185)

Cinema - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.