Cinema

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Febbraio 2014

La mia classe recensione di Luca Baroncini (n°165)

121-LA MIA CLASSE-Valerio Mastandrea Daniele Gaglianonedi Daniele Gaglianone

con Valerio Mastandrea

Daniele Gaglianone gira una sorta di ibrido collocando un attore, quindi un personaggio di fantasia, in un contesto reale. La realtà è rappresentata da una vera classe di stranieri a lezione di italiano. La finzione da un professore (Valerio Mastandrea, sempre piacione) e da una troupe che vuole girare un film.

Leggi tutto: La mia classe recensione di Luca Baroncini (n°165)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Febbraio 2014

American HustleAmerican Hustle – L’apparenza inganna recensione di Luca Baroncini (n°165)

di David O. Russell

con Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jennifer Lawrence, Jeremy Renner, Robert De Niro

Sarebbe ingiusto definire il regista David O. Russell sopravvalutato. Ha uno stile personale, che reinventa la classicità delle tematiche affrontate (il pugilato in “The Fighter”, la storia d’amore ne “Il lato positivo”) e dirige gli attori in modo magistrale (non a caso recenti vincitori di Oscar provengono proprio dalle sue opere, da Christian Bale a Jennifer Lawrence, e la cosa potrebbe ripetersi).

Leggi tutto: American Hustle – L’apparenza inganna recensione di Luca Baroncini (n°165)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Mercoledì, 01 Gennaio 2014

Henning Mankell di Luca Baroncini (n°164)

Questione di mode probabilmente. Sta di fatto cheHenning Mankell - Foto Luca Baroncini negli ultimi anni la letteratura scandinava si è imposta a livello internazionale. In principio erano Maj Sjöwall e Fredrik Wahlöö, poi è giunto il tempo di Henning Mankell, ma è stato sicuramente il trionfo di Stieg Larsson, con la trilogia “Millennium”, a consentire la traduzione di molti, forse troppi, giallisti svedesi.

Leggi tutto: Henning Mankell di Luca Baroncini (n°164)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Mercoledì, 01 Gennaio 2014

The Counselor – Il Procuratore recensione di Luca Baroncini (n°164)

di Ridley Scott con Michael Fassbender, Penelope Cruz, Cameron Diaz, Javier Bardem, Brad Pitt

Michael Fassbender - Foto di Luca BaronciniCi sono film che nascono sotto una buona stella. Altri meno. È il caso di “The Counselor - Il Procuratore”. Cast prestigioso, regista di culto, sceneggiatore Premio Pulitzer (Cormac McCarthy, al suo debutto nella scrittura per il cinema). Eppure l’accoglienza non è stata delle migliori e a storcere il naso non è stato solo il pubblico, ma anche la critica. La sensazione è che tanti nomi importanti abbiano in qualche modo ingigantito le aspettative, come sempre nemiche del buon senso.

Leggi tutto: The Counselor – Il Procuratore recensione di Luca Baroncini (n°164)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 01 Dicembre 2013

Parkland recensione di Luca Baroncini (n°163)

di Peter Landesman con Billy Bob Thornton, Zac Efron, Paul Giamatti, Marcia Gay Harden, Tom Welling, Jacki WeaverJohn Fitzgerald Kennedy parla al Congresso USA

Adottare un punto di vista originale su un fatto storico che ha cambiato il destino del mondo offre inevitabili spunti di interesse perché consente di guardare la Storia da una prospettiva diversa. Nel caso specifico non attraverso i grandi nomi che quegli eventi li hanno subiti in prima persona, ma per mezzo dei piccoli che di quei fatti sono stati casuali testimoni.

Leggi tutto: Parkland recensione di Luca Baroncini (n°163)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 01 Dicembre 2013

Philomena recensione di Luca Baroncini (n°163)

di Stephen Frears con Judi Dench, Steve Coogan, Sophie Kennedy Clark

Locandina del film "Philomena"L’uscita del film di Stephen Frears era stata pianificata per febbraio, a ridosso degli Oscar, ma il grande successo di critica e pubblico ottenuto al Festival di Venezia, dove è stato presentato in concorso, ha fatto optare la Lucky Red per una programmazione strategica nel periodo natalizio. In effetti potrebbe essere la vera sorpresa delle feste, il film in grado di intercettare il pubblico in fuga da colossi americani, animazioni disneyane, risate nazional popolari, ma soprattutto in cerca del film che ti fa uscire dalla sala appagato. Un cinema classico, nel suo alternare sorrisi e lacrime, capace di soddisfare chi cerca un racconto avvincente narrato con passione, furbizia e grande mestiere.

Leggi tutto: Philomena recensione di Luca Baroncini (n°163)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Novembre 2013

Una piccola impresa meridionale recensione di Eugen Galasso (n°162)Barbara Bobulova - Foto di Luca Baroncini

di Rocco Papaleo con Rocco Papaleo, Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova, Sarah Felberbaum, Claudia Potenza, Giuliana Lojodice, Gianfranco Toce

Papaleo è ora anche regista. Interpreta inoltre il ruolo di un prete spretato, abbastanza tormentato, alle prese con una sorella scappata con l’amante (una donna, la domestica russa), con il cognato “cornuto”, con l’arrivo della sorella della domestica (“travolgente” escort in pensione), con l’arrivo di una compagnia di ex circensi diventati ricostruttori di case (il faro in cui l’ex sacerdote è domiciliato).

Leggi tutto: Una piccola impresa meridionale recensione di Eugen Galasso (n°162)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Novembre 2013

Miss Violence recensione di Luca Baroncini (n°162)

di Alexandros Avranas con Themis Panou, Reni Pittaki, Eleni Roussinou, Rafika Chawishe

Locandina del film Miss violenceIl cinema greco trova sempre maggiore visibilità nei festival internazionali (solo a Venezia i recenti “Attenberg” e “Alps”). “Miss Violence” è l’opera seconda di Alexandros Avranas (classe 1977) che indaga un nucleo familiare, in apparenza ordinario, dove covano sotto traccia violenza e sopraffazione, tanto da indurre al suicidio una delle figlie appena undicenne. Una narrazione dominata da lunghi piani sequenza cerca di dare voce ai silenzi dei personaggi, in un crescendo di raggelante distacco dove i dettagli si succedono fino a rendere vero ciò che, fin da subito, lo spettatore meno smaliziato ha avuto modo solo di sospettare.

Leggi tutto: Miss Violence recensione di Luca Baroncini (n°162)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Novembre 2013

Gravity recensione di Luca Baroncini (n°162)

di Alfonso Cuarón, con Sandra Bullock e George ClooneyGeorge Clooney - Foto di Luca Baroncini

Due astronauti vagano nello spazio per raggiungere una navetta e tornare sulla Terra. Bastano poche parole per riassumere il bel film di Alfonso Cuarón che ha aperto, fuori concorso, l’ultima edizione del Festival di Venezia.

Tipico caso in cui non è tanto il cosa a fare la differenza, bensì il come. Se la storia, infatti, può apparire un classico del genere fantascientifico, la vera sfida è stata quella di renderla filmabile attraverso un racconto che riuscisse a essere sia coinvolgente che spettacolare.

Leggi tutto: Gravity recensione di Luca Baroncini (n°162)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 15 Ottobre 2013

Sacro GRA, recensione di Luca Baroncini (n°161)

di Gianfranco Rosi

Locandina del film Sacro GRAIl Grande Raccordo Anulare circonda Roma per 64 chilometri, conta 31 uscite e ha un diametro medio di circa 21 chilometri. È percorso giornalmente da circa 160mila veicoli, quindi da un’umanità che si suppone la più varia ed eterogenea possibile. Ottimo spunto per mostrare le contraddizioni di una città. Ci si domanda perciò come mai Gianfranco Rosi, nel suo documentario in concorso al Festival di Venezia, vincitore a sorpresa del Leone d’Oro, decida di raccontarlo in modo così parziale.

Leggi tutto: Sacro GRA recensione di Luca Baroncini (n°161)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Ottobre 2013

L’intrepido, recensione di Luca Baroncini (n°161)

di Gianni Amelio

con Antonio Albanese, Livia Rossi, Gabriele Rendina, Sandra Ceccarelli

Gianni Amelio (a sinistra) e Antonio Albanese (Foto Luca Baroncini)Si dice che il cinema italiano contemporaneo non riesca a intercettare il presente, e una volta che un regista ci prova viene fischiato. Il problema del film di Gianni Amelio, presentato in Concorso al Festival di Venezia, è che parte con il piede giusto, collocando una maschera tragicomica nella Milano attuale, lontana dai grandi eventi e immersa in una quotidianità faticosa, ma poi ne disperde le potenzialità.

Leggi tutto: L’intrepido recensione di Luca Baroncini (n°161)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 01 Settembre 2013

La religiosa recensione di Luca Baroncini (n°160)

di Guillaume Nicloux

con Pauline Etienne, Martina Gedeck, Isabelle Huppert, Louise Bourgoin

Isabelle Huppert - Foto di Luca BaronciniIl soggetto non è nuovo. L’ispirazione letteraria è infatti il romanzo di Dennis Diderot del 1758 basato su un autentico caso giudiziario (edito prima come “La religiosa” e successivamente come “La monaca”) e anche il cinema se ne è già occupato, nel 1966, attraverso “Suzanne Simonin la religiosa”, di Jacques Rivette . La versione del francese Guillaume Nicloux racconto ai tempi non limitandosi a un inevitabile anticlericalismo, ma trasformando il cammino della protagonista Suzanne in una ricerca di autonomia e libertà nel rispetto della fede religiosa, che le appartiene in modo, però, non totalizzante.

Leggi tutto: La religiosa recensione di Luca Baroncini (n°160)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 01 Settembre 2013

Venezia 70 di Luca Baroncini (n°160)

Alberto Barbera, Giulia Base e Tiziana Rocca - Foto Luca BaronciniFestival del discount o palestra per autori non per forza paludati? Senza troppi giri di parole è questo il quesito che aleggia intorno alla Settantesima edizione del Festival di Venezia. Quesito di cui, chiudendo la manifestazione il 7 settembre, quando leggerete questo articolo avrete già la risposta, perlomeno ufficiale, anche se ultimamente i quotidiani relegano il festival alle notizie di costume e finiranno per contare le pieghe del vestito di Scarlett Johansson senza sprecare una riga per il film di cui è protagonista (Under the skin, di Jonathan Glazer, nel ruolo di un’aliena).

Leggi tutto: Venezia 70 di Luca Baroncini (n°160)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Luglio 2013

To the Wonder, recensione di Luca Baroncini (n°159)

di Terrence Malick

con Olga Kurylenko, Ben Affleck, Javier Bardem, Rachel McAdams, Romina Mondello

Con “The Tree of Life” Terrence Malick ha provato a raccontare la vita.Olga Kurylenko (Foto di Luca Baroncini) Attraverso “To the Wonder” sembrerebbe ambire a scavare nei tormenti dell’amore. Se già l’opera precedente, pur godendo di immagini magnifiche e attori in stato di grazia, scricchiolava sotto il peso di una voce narrante molto presente e conclusioni abbastanza scontate, la nuova esplorazione accentua i difetti senza rinnovarne i pregi. La voce narrante è sempre più protagonista e in pratica il film vive del racconto dei suoi personaggi.

Leggi tutto: To the Wonder, recensione di Luca Baroncini (n°159)

Cinema - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.