Cinema

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Giugno 2013

Child’s Pose, recensione di Luca Baroncini (n°158)

 di Calin Netzer

con Luminita Gheorghiu, Vlad Ivanov, Florin Zamfirescu, Bogdan Dumitrache

Locandina del film "Child's Pose"Si sta sempre più imponendo nel panorama cinematografico internazionale il cinema romeno, grazie a un gruppo di autori in grado di distinguersi nei festival più blasonati. Ad aprire la strada è stato Cristian Mungiu con la Palma d’Oro conquistata a Cannes grazie all’intenso “4 mesi, 3 settimane e 2 giorni”. Ora tocca a Calin Peter Netzer che con “Child’s Pose” ha vinto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino. Un filo rosso lega queste opere: uno stile semi-documentaristico, improntato quindi al realismo, fatto di lunghe sequenze in cui gli attori si prendono tutto il tempo necessario per portare a maturazione gli stati d’animo dei loro personaggi, e una forte connotazione geografica, con l’utilizzo del cinema anche per riflettere sulle contraddizioni sociali e politiche del proprio paese.

Leggi tutto: Child’s Pose, di Luca Baroncini (n°158)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Mercoledì, 01 Maggio 2013

Schermi di primavera, di Luca Baroncini (n°157)

Locandina del film "il grande Gatsby"Il primo trimestre del 2013 si è chiuso, cinematograficamente parlando, ancora una volta in passivo. La colpa è soprattutto di un mese di gennaio particolarmente moscio, senza titoli in grado di attirare le masse. Segnali di ripresa ci sono stati in febbraio, ma soprattutto in marzo in cui, con la complicità di un clima piovoso, la Pasqua è stata all’insegna, più che della gita fuori porta, della rassicurante oscurità di un cinema. Con la primavera i distributori sperano di risollevare definitivamente le sorti della stagione e i titoli in programma lasciano ben sperare, perché ce n’è davvero per tutti i gusti. I film di maggiore richiamo sono quelli che parteciperanno al festival di Cannes, per una volta distribuiti a ridosso della kermesse d’Oltralpe e non posticipati di mesi.

Leggi tutto: Schermi di primavera, di Luca Baroncini (n°157)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Aprile 2013

La città ideale, recensione di Luca Baroncini (n°156)

di L. Lo Cascio

con L. Lo Cascio, R. Herlitzka, M. Foschi, L. M. Burruano, C. Marlon, A Burruano

Per il suo dLocandina del Film "La citta ideale"ebutto nella regia Luigi Lo Cascio, personalità artistica in continuo divenire capace di alternare con disinvoltura teatro, cinema e televisione, sceglie un soggetto piuttosto originale, dove commedia e dramma si intrecciano indissolubilmente. Il protagonista è un architetto molto attento all’impatto ambientale delle sue azioni, quasi maniacale nel differenziare i rifiuti, riciclare, risparmiare consapevolmente e rispettare gli altri. Un giorno si trova, per puro caso, a fronteggiare una situazione grottesca. Una sera di pioggia battente, infatti, mentre sta andando a prendere una collega per portarla a una cena di lavoro, prima sbanda contro un’auto parcheggiata, poi incontra un ostacolo lungo la strada. Inizialmente decide di proseguire, poi ci ripensa e torna indietro per controllare meglio. 

Leggi tutto: La città ideale, recensione di Luca Baroncini (n°156)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Aprile 2013

Disconnect, recensione di Luca Baroncini (n°156)

Locandina del film "Disconnect"di H. A. Rubin

con J. Bateman, A. Skars-gård, M. Thieriot, P. Patton, A. Riseborough, H. Davis

Henry Alex Rubin, affermato regista americano di pubblicità e documentari, debutta nel lungometraggio con un’opera complessa e stratificata. Un racconto corale che per la scansione degli incastri narrativi e l’atmosfera che si respira ricorda “Crash – contatto fisico” di Paul Haggis. La disconnessione a cui fa riferimento il titolo è quella tra la nostra immagine e il nostro io più profondo che, in assenza di solide basi, può evolversi in un blackout emotivo.

Leggi tutto: Disconnect, recensione di Luca Baroncini (n°156)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 10 Marzo 2013

 


Oscar 2013, di Luca Baroncini

Dopo anni in cui ogni facile previsione si tramutavaArgo in Oscar, finalmente qualcosa è cambiato. Non tanto nella sostanza, gli Oscar restano la festa del cinema americano che glorifica la sua immagine e ricorda al mondo intero la sua forza, quanto nelle dinamiche. Il favorito Lincoln, forte di dodici candidature, si è infatti dovuto accontentare del premio al Migliore Attore Protagonista (Daniel Day-Lewis al terzo Oscar) e della Miglior Scenografia, mentre l’Oscar per il Miglior Film è andato ad Argo. Il film di Ben Affleck, vincitore anche per Montaggio e Sceneggiatura Non Originale, si è imposto subito al Festival di Toronto a settembre 2012, conquistando critica e pubblico.

Leggi tutto: Oscar 2013, di Luca Baroncini (n°155)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Domenica, 10 Marzo 2013

Qualcosa nell'aria, recensione di Luca Baroncini (n°153)

di  O. Assayas

con C. Metayer, F. Armand, L. Creton, D. Chaplin, N. Carter

Dopo “The Dreamers” di Bernardo Bertolucci, “Les Amants Réguliers” di Philippe Garrel e “Il grande sogno” di Michele Placido, un altro film sul ’68? Che bisogno ce n’era, ci si ritrova a pensare. Invece l’affresco messo in scena da Olivier Assayas è, oltre che un film riuscito, anche un’opera in grado di trasmettere la complessità del periodo.

Leggi tutto: Qualcosa nell'aria, recensione di Luca Baroncini (n°153)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Marzo 2013

Vanessa HudgensSpring Breakers - Una vacanza da sballo, recensione di Luca Baroncini (n°155) 

di Harmony Korine

con S. Gomez, V. Hudgens, A. Benson, H. Morris, R. Korine, J. Franco

Davanti alle opere di Harmony Korine, ci si chiede sempre dove finisca la provocazione e inizi la sostanza, giungendo il più delle volte a concludere che la provocazione è già contenuto. Dire quelle cose con quella forma, sia essa sgranata e sporca come in passato (“Gummo”, “Julien Donkey-Boy”), che patinata e laccata, come nell’ultima opera in concorso al festival di Venezia, assume già di per sé un significato.

Leggi tutto: Spring Breakers - Una vacanza da sballo, recensione di Luca Baroncini (n°155)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Febbraio 2013

La parte degli angeli, recensione di Lucrezia Avitabile (n°154)

di K. Loach 

con P. Branningan, J. Henshaw, G. Maitland, J. Riggins, W. Ruane

Ken Loach è senz’altro da considerare uno tra i più validi registi in circolazione. Tuttavia i suoi film sono raramente dei capolavori.

Leggi tutto: La parte degli angeli, recensione di Lucrezia Avitabile (n°154)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Venerdì, 01 Febbraio 2013

Berlinale 2013, di Luca Baroncini (n°154)

Se il festival di Venezia saluta l’estate nella decadenza del Lido e anticipa la stagione cinematografica che verrà, Cannes si impone a primavera nella sua magniloquenza transalpina, accendendo i riflettori sulla parte più chic della Costa Azzurra e sugli autori più interessanti, spesso già affermati, della Settima Arte.

Leggi tutto: Berlinale 2013, di Luca Baroncini (n°154)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Martedì, 01 Gennaio 2013

The Master, recensione di Luca Baroncini (n°153)

 di P. T. Anderson

 con J. Phoenix, P. S. Hoffman, A. Adams

La prima parte è folgorante: cinema allo stato puro che comincia dalla scia di una barca per costruire, attraverso sequenze evocative, uno dei due protagonisti, Freddie Quell, mostrarne il disequilibrio, la fragilità, la solitudine.

Leggi tutto: The Master, recensione di Luca Baroncini (n°153)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Dicembre 2012

La sposa promessa, recensione di Luca Baroncini (n°152)

 
di  R. Burshtein

con H. Yaron, Y. Klein, I. Sheleg, C. Sharir

Per interpretare correttamente il debutto nel lungometraggio di Rama Bursthein può essere utile soffermarsi sulle note biografiche della regista: nata a New York, laureata alla Sam Spiegel Film and Television School di Gerusalemme, si è dedicata alla promozione del cinema come strumento di auto espressione nella comunità ortodossa per cui ha scritto, diretto e prodotto diversi film, alcuni dei quali solo per donne.

Leggi tutto: La sposa promessa, recensione di Luca Baroncini (n°152)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Sabato, 01 Dicembre 2012

Love is All You Need, recensione di Luca Baroncini (n°152)

di S. Bier

con P. Brosnan, K. Bodnia, T. Dyrholm, P. Steen, S. Ekblad, S. Jessen, M. Blixt Egelind

La regista danese Susanne Bier è associata a opere all’insegna della grevità con forti contrapposizioni, nei rapporti di coppia e familiari, molto spesso tendenti al dramma.

Leggi tutto: Love is All You Need, recensione di Luca Baroncini (n°152)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Giovedì, 01 Novembre 2012

Schermi d'autunno 2012, di Luca Baroncini (n°151)

Dopo un’estate disastrosa, con un calo di pubblico rispetto al 2011 pari al 33,6 % dovuto principalmente alla mancanza di film nelle sale, con l’autunno arriva il solito intasamento di offerta.

Leggi tutto: Schermi d'autunno 2012, di Luca Baroncini (n°151)

Stampa
Categoria: Cinema
Creato Lunedì, 01 Ottobre 2012

Un giorno speciale, recensione di Luca Baroncini (n°150)

di F. Comencini

con G. Valentini, F. Scicchitano

Una giornata nella vita di due giovani. Gina ha un incontro importante con un parlamentare che potrebbe aiutarla a entrare nel mondo dello spettacolo.

Leggi tutto: Un giorno speciale, recensione di Luca Baroncini (n°150)

Cinema - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.