Stampa
Categoria: Libri
Creato Lunedì, 07 Novembre 2005

Bruce Sterling, La matrice spezzata, recensione di Eugen Galasso (n°67)

“Science-fiction” o “cyber-punk”? Non importa poi troppo; un bel libro, scoperto tardi in Italia (ha 20 anni, ma è attualissimo), stile “lisergico” (accelerato, ma con intelligenza, non è una sceneggiatura da film).

Pone il problema del “prygoginismo”, ossia della nuova matematica, che mette in crisi tutti i parametri consolidati (valori, ideali, socialità), verso un’anomia autoritaria, dove la libertà (Gibson, come Sterling, suo amico e collaboratore, è un libertario dichiarato e “sfegatato”) è il valore più importante, certo non senza la giustizia.

Bello, avvincente e carico di significati, ma anche di senso, purché si sappia guardare oltre la  scorza dell’apparenza.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

La matrice spezzata, di Bruce Sterling – recensione di Eugen Galasso (n°67) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.