Scuola e università

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Venerdì, 19 Luglio 2019

BambiniAssunzione di 48.500 precari nella scuola, redazionale

Si parla in questi giorni dell’assunzione in ruolo di 48.500 insegnanti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. Se così avverrà, sarà cosa buona. Non sufficiente rispetto ai bisogni, ma buona.

Dai titoli sparati su alcuni giornali sembrerebbe che i giochi fossero ormai fatti, però a una più attenta lettura la questione appare complicata, e si andrà per le lunghe.

Leggi tutto: Assunzione di 48.500 precari nella scuola, redazionale (n°225)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Sabato, 01 Giugno 2019

the-severe-teacher ian steenAlcuni spunti per riflettere

Sulle malattie professionali dei docenti, di Rino Ermini (n°224)

Precisiamo innanzitutto che il riferimento ai soli docenti è voluto: soltanto di essi vogliamo infatti occuparci in questa sede. È evidente che, quando si parla di malattie professionali  e in genere di salute, sicurezza e prevenzione in un determinato posto di lavoro, tutte le tipologie di lavoratori ivi impiegate sono coinvolte; ma non sempre allo stesso modo e con la stessa intensità di “esposizione”. Nella scuola, ad esempio, il rischio di contrarre patologie da stress inerenti la relazione con gli studenti o con la burocrazia invasiva e inutile, non può che riguardare, almeno in larga misura, il corpo docente. Così come è proprio degli insegnanti il compito di lavorare didatticamente col fine di contribuire a formare nei giovani una certa coscienza riguardo a salute, sicurezza e prevenzione.

Leggi tutto: Alcuni spunti per riflettere Sulle malattie professionali dei docenti, di Rino Ermini (n°224)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Sabato, 18 Maggio 2019

Honore DaumierScuola e teatro, Rino Ermini (n°223)

A scuola si può andare a teatro, cioè si possono dedicare a questa forma d’arte una o più uscite didattiche; il teatro lo si può inoltre studiare, e lo si può fare concretamente in prima persona mettendo in scena testi d’autore o testi scritti addirittura insieme da studenti e insegnanti. La migliore situazione sarebbe quella in cui queste possibilità vengano tutte intimamente legate fra loro e tutte utilizzate per fare della buona scuola, divertendosi, apprendendo, crescendo. Non c’è bisogno di dire che, provarsi a recitare, è mettere in atto un’ottima metodologia didattica che vede coinvolti il parlare, lo scrivere, la gestualità, la socialità, l’ascolto, l’utilizzo della musica e infine la manualità se decidessimo di creare in proprio scene e costumi. Di conseguenza, avremmmo anche una concreta interdisciplinarità poiché sarebbero coinvolte varie materie, dall’italiano all’educazione musicale, dall’educazione motoria a quella tecnica, dall’educazione artistica alla storia e così via.

Leggi tutto: Scuola e teatro, Rino Ermini (n°223)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Sabato, 23 Marzo 2019

ManifestazioneScuola: aborto e divorzio, di Rino Ermini (n°221)

Ovunque si vada li troviamo, arroganti come sempre da duemila anni a questa parte. Ogni volta che abbiano abbassato un po’ la testa costretti dal prevalere di un barlume di ragione e di giustizia, ci siamo illusi che fosse per sempre. Invece ogni volta sono tornati alla carica, più arroganti di prima. Sto parlando degli integralisti religiosi, in particolare dei nostri, quelli cattolici, che a ogni angolo ce li troviamo di fronte. Nella scuola come insegnanti di religione e non solo, negli ospedali come volontari a rincorrere le donne che vogliono abortire, nei luoghi della malattia e della sofferenza alla ricerca di conversioni in extremis. Peggior gente mi riesce difficile immaginare. Ovunque andrebbero combattuti, con le armi della ragione, della logica, della razionalità, della laicità, della giustizia. In particolare, di fronte alle nuove generazioni, la scuola sarebbe, tanto per cambiare, uno dei luoghi privilegiati dove intervenire per arginare questo cancro e perché nella società nel suo complesso prevalgano infine idee d’altra natura e non quelle, se idee possono definirsi, predicate da costoro.

Leggi tutto: Scuola: aborto e divorzio, di Rino Ermini (n°221)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Mercoledì, 02 Maggio 2018

Partigiani a Milano 1945La Resistenza, di Rino Ermini (n°212)

Vorrei spendere due parole sull’insegnamento che in qualsivoglia ordine di scuola, fatte salve le modalità più adatte all’età degli studenti che abbiamo di fronte, si può e si dovrebbe fare della storia della Resistenza al fascismo. 

Leggi tutto: La Resistenza, di Rino Ermini (n°212)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Domenica, 11 Febbraio 2018

debitiI debiti e i crediti, di Rino Ermini (n°209)

Per lungo tempo nella storia della scuola pubblica parole come azienda, debiti, crediti e mercato sono state sconosciute o quasi, a meno che non si trattasse di scuole dove era previsto l’insegnamento dell’economia. Negli ultimi decenni invece sono diventate le più usate. 

Leggi tutto: I debiti e i crediti, di Rino Ermini (n°209)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Venerdì, 01 Dicembre 2017

PREGHIERAL’insegnamento della religione cattolica, di Rino Ermini (n°207)

L’insegnamento della religione cattolica nella scuola pubblica dovrebbe scomparire perché in teoria saremmo in una società borghese laica con alle spalle i principi dell’Illuminismo. Ho detto “in teoria” perché nella pratica sappiamo bene quante e quali siano le contraddizioni, e soprattutto che cosa significhi avere il Vaticano in casa e chiese e preti capillarmente diffusi in ogni dove. Dovrebbe essere fuori discussione che questo insegnamento debba abolirsi; e nemmeno sostituito, come qualcuno talvolta va dicendo, dalla storia delle religioni: in primo luogo perché ci sarebbero ben altri insegnamenti più cogenti eventualmente da introdurre nei piani di studio; in secondo luogo per evitare che qualcuno fosse già pronto a trasformare l’insegnamento della storia delle religioni in religione; in terzo luogo perché qualunque cosa abbia a che fare con la religione sarebbe opportuno lasciarla fuori dall’istruzione pubblica.

Leggi tutto: L’insegnamento della religione cattolica, di Rino Ermini (n°207)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Mercoledì, 01 Novembre 2017

uomoScuola: alternanza scuola lavoro, di Rino Ermini (n°206)

Mi è successo spesso in passato di lamentare la mancanza di laboratori nelle scuole o la loro vetustà o il loro cattivo utilizzo. Direi ancora oggi le stesse cose, precisando però che gli studenti e le studentesse frequentanti le scuole di ogni ordine e grado non sarebbe strettamente necessario che potessero avvalersi di laboratori moderni e all’avanguardia.

Leggi tutto: Scuola: alternanza scuola lavoro, di Rino Ermini (n°206)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Domenica, 01 Ottobre 2017

sostanzeScuola e consumo di sostanze, di Rino Ermini (n°205)

Un singolo insegnante o un consiglio di classe o un collegio dei docenti, in qualunque ordine di scuola, dalle elementari alle superiori, dovrebbero impostare il discorso educativo e didattico relativi al consumo di sostanze su alcuni punti cui accennerò poco più avanti.

Leggi tutto: Scuola e consumo di sostanze, di Rino Ermini (n°205)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Lunedì, 01 Maggio 2017

Bambino Foto Mario RebeschiniScuola: la selezione, di Rino Ermini (n°201)

Venerdì 13 gennaio scorso il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera a 8 dei 9 decreti attuativi della cosiddetta “buona scuola”, ossia legge 107 del 13 luglio 2015. In quell’occasione si è anche parlato della selezione e pare che un ministro ne abbia proposto la pura e semplice abolizione almeno alle elementari.

La richiesta è stata respinta con le seguenti motivazioni: 1) tanto alle elementari non si boccia quasi più; 2) c’è sempre qualcuno che comunque si merita la bocciatura. Due motivazioni invero alquanto deboli cui è fin troppo facile ribattere: 1) se non si boccia praticamente più allora perché non abolirla? 2) l’esperienza, insigni pedagogisti, insegnanti, e perfino l’OCSE ci dicono che bocciare non serve perché tanto il bocciato non solo non recupera, ma in genere, a seguito della bocciatura, aggrava i propri problemi.

Leggi tutto: Scuola: la selezione, di Rino Ermini (n° 201)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Giovedì, 01 Dicembre 2016

bacchettataScuola: verifiche e valutazioni, di Rino Ermini (n°196)

L’anno scolastico in corso, dopo la “riforma” della “buona scuola”, quella di Renzi e del ministro della pubblica istruzione signora Giannini, cioè della Confindustria e delle Banche, è iniziato a meraviglia; come iniziavano a meraviglia quelli di personaggi indimenticabili, quali la preistorica Falcucci e le più recenti Moratti e Gelmini. Certi nomi, sia detto per inciso e senza dimenticare quelli meno noti e più evanescenti che non so nemmeno se li abbiano annotati negli annali del Ministero, al solo pensarli fanno venire i brividi.

Leggi tutto: Scuola: verifiche e valutazioni, di Rino Ermini (n°196)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Sabato, 01 Ottobre 2016

presideScuola: il preside manager, di Rino Ermini

Quali i reali obiettivi, già raggiunti, della promozione dei presidi a dirigenti?

Nella scuola si cominciò a parlare di “preside manager” già alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso. Di questa idea erano entusiasti tutti, nei sindacati confederali come nello Snals, il sindacato autonomo, ma soprattutto nell’Anp, l’associazione di categoria, quella che oggi si chiama Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola.

Leggi tutto: Scuola: il preside manager, di Rino Ermini (n°194)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Giovedì, 01 Settembre 2016

perrinoL’accoglienza e la “buona scuola”, di Rino Ermini (n°193)

Da molti anni nella scuola esiste la cosiddetta “accoglienza”, cioè una serie di attività di inizio anno scolastico volte ad “accogliere” i nuovi iscritti.

Dette attività possono essere di diversi tipi e variamente organizzate: si va da quelle che effettivamente mettono a loro agio i nuovi studenti e li avviano alla costruzione di un percorso positivo nella scuola che hanno scelto a quelle che devastano il nuovo arrivato facendogli subito capire come va il mondo e facendogli dire nel giro di due giorni “ma chi me l’ha fatto fare di venire in questa scuola?”.

Leggi tutto: L’accoglienza e la “buona scuola”, di Rino Ermini (n°193)

Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Martedì, 01 Marzo 2016

Vasto-Foto Domenico SecondulfoNasce la Libera Associazione Rousseau (n°188)

Ci sono giunti il manifesto costitutivo e lo statuto dell’associazione che si è costituita dopo che la cooperativa Rousseau, che ha svolto la sua attività per molti anni, ha dovuto chiudere per fallimento.

Leggi tutto: Nasce la Libera Associazione Rousseau (n°188)

Scuola e università - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.