Stampa
Categoria: Scuola e università
Creato Martedì, 01 Marzo 2016

Vasto-Foto Domenico SecondulfoNasce la Libera Associazione Rousseau (n°188)

Ci sono giunti il manifesto costitutivo e lo statuto dell’associazione che si è costituita dopo che la cooperativa Rousseau, che ha svolto la sua attività per molti anni, ha dovuto chiudere per fallimento.

L’associazione si costituisce per continuare e ampliare quell’esperienza di educazione libertaria, da parte di componenti che quella esperienza direttamente o indirettamente l’hanno vissuta, per continuare il discorso libertario e autogestionario, ma su basi essenzialmente volontarie per non affossarne lo spirito e per renderla più leggera e possibile dal punto di vista economico.

L’associazione è disponibile alla presentazione del progetto nelle varie sedi e località interessate ad ospitarla, attivando, se possibile, iniziative atte al sostegno economico della stessa.

Manifesto costitutivo

L’associazione “Libera Associazione Rousseau” è formata da un gruppo di persone legate emotivamente alla cooperativa Centri Rousseau. Dopo la chiusura della cooperativa tali persone non potendo accettare che il modello politico-pedagogico dei Centri Rousseau si perda, decidono di associarsi per ricreare una nuova prospettiva.

Il nostro esistere e mettersi insieme è contraddistinto dai pensieri, dalle motivazioni e dagli ideali illustrati nei seguenti punti:

- Quello che ci muove è militanza, una forte spinta emotiva, un bisogno impellente di cambiare l’attuale stato della società, della scuola e della vita.

Il progetto stesso acquista valore di lotta politica, non ha pertanto alcuno scopo di lucro.

Nessuna delle individualità che compongono il gruppo deve avere come scopo quello di crearsi un posto di lavoro fisso e retribuito.

- Pensiamo che solo un impellente bisogno di cambiamento sociale e politico possa spingere ogni singolo individuo ad investire il tempo e l’energia di cui il progetto ha bisogno.

- Un’importante componente del progetto è “la gioia”.

La gioia di lottare insieme per cause comuni, la gioia nell’autogestione, nell’autodeterminazione e nella condivisione di obiettivi e lotte. La gioia nel sentirsi comunità educante.

Il bisogno comune al cambiamento sociale in direzione libertaria ottenuto lottando insieme.

- La contaminazione e moltiplicazione delle esperienze in altri ambiti è per noi fondamentale.

Il nostro modello politico-pedagogico deve essere diffuso in tutta Italia e in tutto il mondo. Chi si ritrova nel modello pedagogico dei Centri Rousseau non ne può più fare a meno, ne è entusiasta e sente il bisogno di diffonderlo.

Obiettivi:

- Recuperare i sentimenti comunitari dei Centri Rousseau pur all’interno di un’identità collettiva nuova, cercare di coordinare gli sforzi (in modo continuo e permanente) di chiunque partecipi all’associazione, disposto a vivere-viversi, nella reciprocità e nella solidarietà responsabile;

- Sperimentare pedagogia libertaria, proporre il modello pedagogico elaborato dai Centri Rousseau a partire dai primi momenti dell’esperienza, svolgere attività con i bambini, con i ragazzi e con gli adulti, per scoprire insieme un modello di vita autogestita e di comunità educante in cui sono costruiti legami comunitari orizzontali e anti autoritari, senza le separazioni sociali tra i vari ambiti del vivere;

- Creare occasioni di esperienza concreta: attività dello stare insieme, turni ed esperienze separate per età ed esperienze collettive per imparare a stare insieme auto organizzandosi, autogestendosi, ascoltando, accogliendo insieme i bisogni di tutti. Creando una comunità auto educante e libertaria.

(La differenza tra i Centri Rousseau e una vacanza qualsiasi è che noi non “portiamo in vacanza i bambini, i ragazzi, gli adulti” ma “condividiamo la vacanza con loro”; non andiamo a “lavorare”, andiamo a “confrontarci e condividere pensieri e pratiche”).

- Creare occasioni di confronto.

Organizzare incontri, discussioni e formazioni con lo scopo di diffondere un’educazione di stampo libertario.

Contaminare attraverso il nostro modello educativo e trovare nuovi monitori con ideali affini.

- Mantenere un contatto diretto con le nuove generazioni e con l’attuale mondo circostante cercando di trovare metodi di comunicazioni congeniali e al passo con i tempi (es. promozione attraverso video e web).

- Creare un vero e proprio laboratorio di sperimentazione della vita libertaria attraverso turni e attività di gruppo e di condivisione

I promotori per la nascita di un’associazione post cooperativa Centri Rousseau

Statuto

Denominazione e sede

Art. 1

È costituita con sede in Milano, viale Monza, n. 255 un’associazione che assume la denominazione “Libera Associazione Rousseau”. L’Associazione si richiama direttamente allo statuto e alla politica educativa della Cooperativa Centri Rousseau. In particolare i sodali si ispirano allo spirito rivoluzionario e di emancipazione dalle strutture educative dominanti che portò i Centri Rousseau a costituirsi alla fine degli anni ’60.

Il sodalizio si conforma alle norme e agli statuti e ai regolamenti della federazione e/o dell’ente cui l’Associazione potrà stabilire di affiliarsi mediante delibera dell’Assemblea dei Soci.

Valori e attività

Art. 2

1. “Libera Associazione Rouseau” è una libera Associazione di fatto, apartitica e aconfessionale, antifascista con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del codice civile, nonché del presente Statuto.

2. L’Associazione intende recuperare i sentimenti comunitari dei Centri Rousseau pur all’interno di un’identità collettiva nuova, coordinando gli sforzi (in modo continuo e permanente) di chiunque partecipi all’associazione, disposto a vivereviversi, nella reciprocità e nella solidarietà responsabile;

3. l’Associazione intende sperimentare pedagogia libertaria, proporre e sviluppare il modello pedagogico elaborato dai Centri Rousseau a partire dai primi momenti dell’esperienza, facendosi custode della memoria storica, politica e pedagogica della Cooperativa.

4. l’Associazione intende svolgere attività con bambini, ragazzi, adulti e gruppi intergenerazionali, per scoprire insieme un modello di vita autogestita e di comunità educante in cui si costruiscano legami comunitari orizzontali e antiautoritari, senza le separazioni sociali tra i vari ambiti del vivere;

5. l’Associazione intende diffondere educazione attiva, libera da condizionamenti interni ed esterni, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;

6. l’Associazione intende contaminare le esperienze educative e allargare gli orizzonti didattici e formativi di educatori, insegnanti ed operatori sociali, attraverso confronto, autoformazione, convegni, esperienze;

7. l’Associazione intende proporsi come luogo di incontro e punto di riferimento aggregativo nel nome di interessi sociali e culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile di tutte le persone senza distinzioni di condizioni di provenienza, attraverso l’ideale dell’educazione libera, libertaria e permanente;

8. l’Associazione intende promuovere attività, esperienze e sperimentazioni capaci di ascoltare, interagire e cooperare con il territorio e la gente che lo abita. Una particolare attenzione sarà data al territorio di Donoratico/Castagneto, in continuità con la tradizione umana e di sinistra con la quale il progetto della Pinetina è nato e si è radicato;

9. l’Associazione intende concorrere comunque e sempre alla costruzione di esperienze comunitarie che possano essere punto di riferimento e di partenza di un percorso che porti al cambiamento sociale;

10. l’Associazione è altresì caratterizzata dalla democraticità della struttura, dall’uguaglianza dei diritti di tutte le associate e di tutti gli associati, dall’elettività delle cariche associative, avvalendosi prevalentemente di prestazioni volontarie, personali e gratuite dei propri aderenti. L’Associazione può, inoltre, in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo a propri associati solo nei limiti economici e temporali necessari al funzionamento delle attività.

Art. 3

Per tradurre in pratica i valori sopra esposti l’Associazione si propone di organizzare, promuovere e sostenere:

1. attività di animazione e vacanza per bambini, ragazzi, giovani e adulti, volte alla diffusione del modello sociale, educativo, di relazione e di vita proposto sia dal pensiero politico-pedagogico dell’associazione sia dalle risorse che emergeranno dalla sperimentazione attiva dei soci;

2. attività culturali: confronti, incontri, convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documentari, mostre sulla storia dell’educazione attiva e dell’educazione libertaria e su nuove esperienze nazionali e internazionali;

3. scambio formativo nazionale e internazionale: corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociali, istituzioni di gruppi di studio e di ricerca;

4. attività editoriale: pubblicazione di un bollettino, realizzazione di video e utilizzo delle nuove tecnologie per la pubblicazione di atti di convegni, di seminari, nonché degli studi, delle ricerche compiute e delle sperimentazioni;

5. occasioni di crescita del protagonismo sociale di adulti e minori migranti, in condizione di disabilità e di fragilità;

6. la creazione di una rete con le realtà vicine per valori e pratiche sociali, sostenendone le iniziative culturali, artistiche, sportive e politiche, divulgandole e partecipandovi;

7. attività ricreative e culturali a favore di un miglior utilizzo del tempo libero dei soci;

8. eventi in sostegno alle realtà e iniziative affini per valori e pratiche politiche e sociali; e mettere in atto tutte le iniziative che i soci decideranno di intraprendere, in accordo ai principi espressi dallo Statuto.

Art. 4

Per il perseguimento dei propri scopi l’Associazione “Libera Associazione Rousseau” si avvale prevalentemente di prestazioni volontarie dei soci, può avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo solo nei limiti economici e temporali necessari al funzionamento delle attività e dopo approvazione del Consiglio direttivo e dell’Assemblea dei soci.

Art. 5

Il numero dei soci è illimitato. Possono essere soci dell’Associazione le persone fisiche e gli Enti non aventi scopo di lucro che ne condividano gli scopi e che si impegnino a realizzarli.

Art. 6

Chi intende essere ammesso come socio dovrà farne richiesta, anche verbale, al Consiglio Direttivo, impegnandosi ad attenersi al presente statuto e ad osservarne gli eventuali regolamenti e le delibere adottate dagli organi dell’Associazione.

Le Società, Associazioni ed Enti che intendano diventare soci del sodalizio dovranno presentare richiesta di associazione firmata dal proprio rappresentante legale. Il rappresentante legale o il delegato dall’Ente avrà diritto alla partecipazione alle assemblee dei soci e godrà dell’elettorato attivo e passivo per le elezioni degli organi direttivi.

All’atto dell’accettazione della richiesta da parte dell’Associazione e previo il pagamento della quota associativa, il richiedente acquisirà ad ogni effetto la qualifica di socio. In ogni caso è esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

Art. 7

Per il perseguimento dei propri scopi l’Associazione “Libera Associazione Rousseau” potrà inoltre aderire anche ad altri organismi di cui condivide finalità e metodi, nonché collaborare con Enti pubblici e privati al fine del conseguimento delle finalità statutarie.

Art. 8

La qualità di socio dà diritto:

- a partecipare a tutte le attività promosse dall’Associazione;

- a partecipare alla vita associativa, esprimendo il proprio voto nelle sedi deputate, anche in ordine all’approvazione e modifica delle norme dello Statuto e di eventuali regolamenti;

- a godere dell’elettorato attivo e passivo per le elezioni degli organi direttivi.

I soci sono tenuti:

- all’osservanza dello Statuto, del Regolamento Organico e delle deliberazioni assunte dagli organi sociali;

- al pagamento del contributo associativo;

- a mantenere anche al di fuori delle attività sociali comportamenti concordanti ai valori promossi dall’Associazione.

Art. 9

I soci sono tenuti a versare il contributo associativo annuale stabilito in funzione dei programmi di attività. Tale quota dovrà essere determinata annualmente per l’anno successivo con delibera del Consiglio Direttivo e in ogni caso non potrà mai essere restituita. Le quote o i contributi associativi sono intrasmissibili e non rivalutabili.

Recesso – Esclusione

(…)

Risorse economiche - Fondo Comune

(…)

Organi dell’Associazione

Art. 15

Le cariche direttive sono ricoperte dai soci a titolo gratuito. Sono organi dell’Associazione:

1. l’Assemblea degli Associati;

2. il Consiglio Direttivo;

3. il Presidente;

4. il Vicepresidente;

5. il Segretario;

6. il Tesoriere;

7. il Presidente onorario;

8. il Collegio dei Revisori dei Conti (qualora eletto).

Art. 16

L’assemblea dei soci è il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta autogestione dell’Associazione ed è composta da tutti i soci, ognuno dei quali ha diritto ad un solo voto. Essa è convocata almeno tre volte all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria e sia richiesta dal Consiglio Direttivo o in forma scritta da un quarto dei soci. Le assemblee ordinarie e/o straordinarie deliberano validamente con la maggioranza dei presenti, premettendo che l’assemblea userà preferibilmente la logica del consenso rispetto alla contrapposizione maggioranza-minoranza.

La convocazione dell’assemblea ordinaria va ricordata con avviso per telefono, per posta o per e-mail almeno 15 giorni prima della data dell’assemblea. L’assemblea straordinaria va convocata con avviso per telefono, per posta o per e-mail quando le decisioni siano necessarie per la continuazione delle attività. Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante diffusione capillare dei verbali.

Art. 17

L’assemblea ordinaria prevista alla presentazione dei bilanci ha i seguenti compiti svolti nel seguente ordine:

1. approva il bilancio consuntivo;

2. approva il Consiglio direttivo, eventuali sostituzioni o ne elegge uno nuovo;

3. approva il bilancio preventivo.

Art. 18

L’Assemblea è straordinaria quando si riunisce per deliberare sulle modificazioni dello Statuto e sullo scioglimento dell’Associazione nominando i liquidatori.

Le delibere delle Assemblee straordinarie sono valide, a maggioranza qualificata dei tre quinti (3/5) dei soci presenti per le modifiche statutarie e dei tre quarti (3/4) degli associati per la delibera di scioglimento dell’Associazione.

Le Assemblee straordinarie si riuniscono anche per deliberazioni importanti sia a livello economico che a livello politico pedagogico.

Consiglio direttivo

Art. 19

Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea dei Soci, è composto da un minimo di 5 ad un massimo di 9 membri (possibilmente dispari), scelti fra gli associati maggiorenni. Il Consiglio direttivo è validamente costituito quando lamaggioranza (o la totalità) dei membri è presente. I membri del Consiglio direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e durano in carica 3 anni. Il consiglio direttivo può essere revocato dall’assemblea con la maggioranza di 2/3 dei soci presenti. Il Consiglio elegge nel suo seno il Vice Presidente, e delibera gli incarichi: Segretario, T esoriere.

Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente tutte le volte nelle quali vi sia materia su cui deliberare, oppure quando ne sia fatta domanda da almeno 1/3 dei membri.

La convocazione è fatta a mezzo lettera da spedire anche attraverso la posta elettronica o consegnata a mano, entro al massimo sei giorni prima dell’adunanza.

Le riunioni del CD sono sempre aperte ai soci che desiderassero parteciparvi.

I membri del consiglio direttivo prestano la loro opera esclusivamente a titolo gratuito e non possono avere all’interno dell’associazione, incarichi retribuiti per il loro impegno nella gestione dell’associazione stessa.

Art. 20

Il Consiglio direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione. Si riunisce quando sia necessario o almeno 2 volte al mese.

Il consiglio direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

1. individuare le attività dell’associazione e proporle all’assemblea dei soci per realizzarle insieme;

2. predisporre gli atti da sottoporre all’assemblea; formalizzare le proposte per la gestione economica delle attività dell’Associazione;

3. elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative all’anno sociale;

4. stabilire gli importi delle quote annuali dei soci;

5. elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo; il preventivo deve tener conto dei costi delle attività e del modo di recuperarli.

Di ogni riunione deve essere redatto verbale da diffondere ai soci.

Art. 21

Il Presidente, a differenza delle altre cariche individuate all’interno del Direttivo, viene scelto ed eletto dall’assemblea dei soci. Il Presidente ha la rappresentanza e la firma dell’Associazione. Al Presidente è attribuito in via autonoma il potere di ordinaria amministrazione e, previa delibera del Consiglio Direttivo, il potere di straordinaria amministrazione. Il Presidente resta in carica tre anni.

Vicepresidente

Art. 22

In caso di assenza o di impedimento del Presidente le sue mansioni vengono esercitate dal Vicepresidente.

In caso di dimissioni, spetta al Vicepresidente convocare entro 45 giorni l’Assemblea dei soci per l’elezione del nuovo Presidente.

Segretario (…)

Tesoriere (…)

Presidente Onorario (…)

Collegio dei revisori dei conti (qualora eletto) (…)

Pubblicità e trasparenza degli atti sociali (…).

Scioglimento (…)

Norma finale

Art. 29

Per quanto non è espressamente contemplato dal presente Statuto, valgono, in quanto applicabili, le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti.

 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Nasce la Libera Associazione Rousseau (n°188) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.