Stampa
Categoria: Zirudella
Creato Lunedì, 06 Febbraio 2006

 Zirudella della libertà personale, di Balanzino (n°73)

Zirudella, da un po’ in qua,


la parola “libertà”


non ha più, nello Stivale,


l’aggettivo “personale”.


I politici nostrani,


sian Sudisti oppur Padani,


non ci vogliono lasciare


fare quello che ci pare.

 

Si comincia alla mattina

quando, lì, alla pensilina,

angosciati dalla fretta

tutti insieme il bus s’aspetta:

se al lavoro sei diretto

devi avere già il biglietto.

 

Se col treno vuoi viaggiare

devi sempre prenotare;

per pagare la bolletta,

entri in una vetrinetta

dove vieni analizzato

prima d’esser liberato;

puoi brindare in allegria

solo dentro all’osteria,

ma, se hai voglia di fumare,

all’esterno devi andare

(in silenzio, stando attenti

a non fare assembramenti).

 

Non è tutto: in parlamento

studian già un provvedimento

per rinchiudere in galera

chi si fa droga leggera!

 

Sarò forse un po’ antiquato,

ma mi sembra esagerato

che ogni cosa sia decisa,

come fossimo in divisa:

abitudini, viaggetti,

ed adesso anche i vizietti

di milioni di persone,

come fossimo in prigione,

stretti da una catenella...

tochedai la zirudella!

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Zirudella della libertà personale, di Balanzino (n°73) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.